Donatella Bolognini Danza Africana

Dopo anni di danza classica e moderna, l’incontro con la danza africana avviene nel 1997
con Donatella Paoli e Manuela Parovel all’interno dell’associazione “Manantial”. Oltre ai
corsi regolari a Trieste, partecipo a numerosi stage in Italia e all’estero con artisti di fama
internazionale, tra cui Katina Genero (Italia), Gérard Diby, Georges Momboye, Brice Oulai,
Hugues Anoï, Sellou Sordet, Evelyne Mambo (Costa d’Avorio), Moustapha Bangoura,
Mama Adama Camara, Fanta Camara, Alseny Bangoura, Sourakhata Dioubaté, Jacques
Zambo (Guinea), Assetou Diabaté, Awa Kouyaté, Assetou Coulibaly, Brahima Coulibaly,
Saly Diedhiou (Mali), Irène Tassembedo, Salia Sanou, Seydou Boro, Filibert Tologo,
Noumoutié Reggae Ouattara (Burkina Faso), Koffi Kôkô, Merlin Nyakam, Chantal Loïal,
Vincent Mantsoe, Alesandra Seutin e molti altri.

Nel rispetto della tradizione africana, che vede danza, ritmo e canto come elementi
imprescindibili, mi dedico anche allo studio delle percussioni (tamburi bassi e piccole
percussioni) e dei canti tradizionali africani.
La ricerca nell’ambito della danza e dell’espressione corporea mi porta ad esplorare altre
tecniche come la danza Yoruba nella cultura afrocubana attraverso stage costanti con
Franca Aimone e Gregorio Hernandez Rios “El Goyo”, Danza Sensibile® con Claude Coldy,
danza contemporanea con Roberto Cocconi e Luca Zampar (Compagnia Arearea),
Valentina Morpurgo e Katia Cumini, laboratori teatrali con Petra Blaškovic e teatro danza
con Grant McDaniel.
Ho fatto parte di diversi gruppi di danza e di percussioni presenti sul territorio, con i quali
mi sono esibita in numerosi concerti e spettacoli in Italia, Slovenia e Croazia.
Nel corso del 2015 e 2016 ho partecipato al ciclo di laboratori di ricerca coreografica
Danze Estreme condotto da Katina Genero presso lo Spazio Baobab di Ivrea (TO),
danzando nello spettacolo finale “L’amour de toi me fait danser. Sciogli i capelli e corri” al
teatro di Pont St. Martin (AO).

Nel 2018 partecipo allo stage residenziale “Stage des Grandes Dames des Danses
d’Afrique” a l’École des Sables – presso Dakar (Senegal), grazie al quale ho l’onore di
studiare con le grandi danzatrici, coreografe e insegnanti che hanno fatto conoscere la
danza africana in Europa: Elsa Wolliaston, Germaine Acogny, Flora Théfaine e Irène
Tassembedo, a conclusione del quale partecipo allo spettacolo finale all’Istituto Francese
di Dakar.
Nel 2004 sono socia fondatrice dell’Associazione Culturale e Sportiva “Officine Artistiche”,
dove attualmente insegno danza d’espressione africana, danza sui tamburi bassi,
laboratorio ritmico, laboratorio afro e afro-cubano e danza africana per bambini e coordino
le attività culturali ed artistiche dell’associazione, organizzando corsi annuali, stage,
laboratori, conferenze, spettacoli e animazioni.

Nel 2010 creo il gruppo artistico “Bubamara” di cui sono direttrice artistica, coreografa e
danzatrice, sperimentando nuovi linguaggi espressivi che traggono spunto dalla danza
africana, ma che si arricchiscono di altre forme artistiche contemporanee. Nell’ambito
delle produzioni di Bubamara intervengono coreografi esterni, come Gerard Diby e Giulia
Ceolin e musicisti di estrazione diversa, come Paolo Galimberti, Diego Primosi, Giuseppe
Vella, Luca Zugna, Alberto Godas, Lucy Passante Spaccapietra, Maria Dolores Zornoza
Olaya, Marco Battigelli. Le ultime produzioni di Bubamara sono “Di donne e di deserti”
(2016) e “Flowing” (2017).
Dal 2015 collaboro con Ania Tonelli nella conduzione di stage di danza d’espressione
africana e danza afro-cubana a Trieste e Verona. Tengo inoltre numerosi stage di danza
d’espressione africana a Trieste, Udine e Trento per diverse associazioni e scuole di danza
del territorio.

Dal 2017 collaboro con la Compagnia “Sisters Avant” diretta da Ania Tonelli, con la quale
mi esibisco nello spettacolo “Onna”, presentato a Rovereto al Teatro alla Cartiera nel 2017
e a Trento al Teatro S. Marco nel 2018.